Che cosa fa un interior designer?

Il lavoro dell’interior designer nasce dalla volontà di realizzare un ambiente in grado di soddisfare le esigenze ed i gusti del cliente che ne percepirà e vivrà, successivamente, lo spazio. Un ottimo professionista deve essere in grado anche di anticipare i desideri delle persone stesse, in modo da realizzare ambienti profondamente personali e in grado di far emozionare chi li abita.

É bene precisare che, oltre a sviluppare e realizzare spazi abitativi, l’interior designer si occupa anche della cura di ambienti quali ristoranti, hotel, uffici ed infrastrutture pubbliche, in generale.

Inoltre, avvalendosi delle giuste competenze, questa figura professionale è in grado di lavorare in stretta sinergia con architetti ed ingegneri per la progettazione di un’intera abitazione.

Interior designer o arredatore?

Molto spesso, il lavoro dell’interior designer viene confuso con quello dell’arredatore, anche se nella realtà hanno compiti piuttosto differenti l’uno dall’altro. Infatti, mentre il primo deve essere in grado di ideare, sviluppare e realizzare soluzioni creative in relazione allo spazio che disegna, il secondo si occupa puramente dell’aspetto estetico come, ad esempio, la scelta del colore delle pareti o degli accessori con i quali arredare gli interni.

A cosa serve un interior designer?

L’interior designer, seguendo le esigenze del cliente, offre le migliori soluzioni di arredo e si avvale di capacità tecnico-creative che gli permettono di poter rivoluzionare stanze o ambienti, fino a donare loro un nuovo ed accogliente aspetto.

Inoltre, è in grado di realizzare soluzioni pratiche per consentire alle persone di sfruttare al meglio gli spazi di cui dispongono; grazie a precise ed efficaci decisioni progettuali, infatti, questo professionista suggerisce ed offre ai clienti un nuovo modo per vivere gli ambienti di casa.

Ad esempio, grazie ad un utilizzo più funzionale delle metrature presenti, un interior designer è in grado di mettere in pratica accorgimenti capaci di offrire soluzioni atte a sfruttare al meglio lo spazio, addirittura aumentandolo come nel caso della realizzazione di un eventuale soppalco.

Infine, oltre a valutare come gli spazi possano essere utilizzati in maniera ottimale e sicura, questo figura professionale é capace di creare ambienti con stili e colori perfettamente in armonia tra loro.

L’evoluzione del ruolo di interior designer

Come tutte le figure che ruotano attorno al design, e alla progettazione in generale, anche il ruolo dell’interior designer sta evolvendo verso settori come la tecnologia e la sostenibilità del pianeta. Proprio quest’ultimo aspetto, in particolare, è al centro del processo di creazione e disegno; i professionisti, infatti, sono chiamati ad utilizzare sempre piú materiali eco-sostenibili o a preferire artigiani del luogo ed imprese locali; sono molti quelli che, ormai, scelgono di vendere prodotti interamente Made in Italy.

Ovviamente, anche l’avanzare della tecnologia sta cambiando l’approccio al lavoro dell’interior design; l’ormai diffuso utilizzo di programmi in 3D per lo sviluppo di render, infatti, ha permesso ai professionisti di presentare ai propri clienti progetti e soluzioni sempre più foto-realistici, capaci di mostrare con estrema precisione quella che potrebbe essere la casa dei sogni.