Come scegliere uno smartphone: caratteristiche e componenti

Quello vecchio non funziona più. Oppure dopo tanti anni di ostinata perseveranza a usare il telefono di vecchia generazione, vi siete finalmente decisi a concedervi uno dei moderni “telefonini intelligenti”. Ma adesso, entrati in un qualunque negozio di elettronica, non vi sapete decidere. E vi state chiedendo come scegliere uno smartphone.

Dovete innanzitutto partire da un presupposto: non esiste il mobile device perfetto. Piuttosto esiste lo smartphone che meglio si adatta alle vostre esigenze. Non vi servirà a niente spendere un occhio della testa per l’ultimo modello e poi limitarvi a telefonare, sfogliare la rubrica e, occasionalmente, navigare in Internet. Allo stesso modo risparmiare sul prezzo non vi permetterà di giocare al nuovo, bellissimo game che per girare ha bisogno di prestazioni da mobile device di ultima generazione.

In teoria sembra facile. Nella pratica magari un po’ meno. Ma niente paura, basta solo sapere dove mettere le mani. E considerare lo smartphone come una sorta di aggregato di caratteristiche e componenti. Da valutare nel modo giusto.

Sistema operativo

Sull’argomento si rischia di scatenare rivalità da far impallidire i derby di calcio. Android o iOS? Vale a dire, Google o Apple? In entrambi i casi non vi pentirete della scelta fatta. E in entrambi i casi avrete a disposizione talmente tante app che non vi basteranno tre vite per provarle tutte. A favore di Android c’è il fatto che è possibile trovarlo anche su device di fascia medio-bassa.

Inoltre potreste prendere in considerazione Windows Phone: relativamente più giovane rispetto agli altri due, ha comunque già a disposizione un gran numero di app. Mentre Blackberry è sempre una garanzia.

Processore

Il cuore dello smartphone. Quanto più è potente, tanto più performante sarà il device. La velocità del processore si misura in gigahertz (GHz). In linea di massima, cominciate a considerare uno smartphone unicamente se ha un processore di almeno 1.2 GHz.

Ultimamente i processori sono (quasi) tutti dual o quad core. In altre parole è come se fossero composti da più processori. Ma il valore di riferimento resta la velocità.

Memoria

Uno degli aspetti cruciali. O dopo qualche mese dall’acquisto vi ritroverete lo smartphone talmente intasato che sarete costretti a perdere molto tempo per liberare la memoria (o accontentarvi di velocità pachidermiche). Il consiglio è di prendere uno smartphone che abbia almeno una memoria interna di 16 GB. Altrimenti dopo le prime foto non potrete memorizzarci più niente.

C’è un’alternativa. Nel caso troviate uno smartphone a buon prezzo ma con una memoria interna limitata, controllate che abbia la possibilità di ospitare una sdcard. Questo vi permetterà di guadagnare GB di memoria.

Schermo

Qui si giocano molte delle differenze tra i principali smartphone. Ad esempio uno dei marchi di fabbrica della Samsung è quello di avere degli schermi mediamente più grandi rispetto ai concorrenti. Meglio valutare con attenzione o rischiate di ritrovarvi in tasca con un mobile device che pesa più del portafogli.

Il criterio in base a cui effettuare la scelta è semplice. Se userete il device (anche) per guardare film o giocare a videogame, benedirete ogni singolo pollice in più dello schermo. Altrimenti meglio ricorrere a qualcosa di più tascabile.

Altro aspetto da valutare sono i pixel: detto in maniera molto semplice, quanto maggiore è il numero di pixel, tanto maggiore sarà la risoluzione dello schermo. Il valore di riferimento è il PPI, pixel per pollice.

Fotocamera

Appassionati di fotografia in erba? Non potete sopportare l’idea di uscire di casa senza avere una macchina fotografica per immortalare i momenti più belli o gli avvenimenti più bizzarri che vi possono capitare durante al giornata?

Se per voi la risoluzione è tutto, allora fareste bene a valutare quella della fotocamera: mai al di sotto degli 8 megapixel. Meglio ancora se confrontate la risoluzione della fotocamera con le dimensioni della memoria interna: vedersi negata una foto perché la memoria è completamente piena per voi sarà un autentico incubo…

Batteria

Dulcis in fundo a questo guida su come scegliere uno smartphone c’è la batteria. O per meglio dire al sua durata. Un mobile device è bello nella misura in cui vi permette di fare tante cose. Un po’ meno bello se si scarica proprio mentre state facendo qualcosa di urgente o a cui tenete particolarmente.

Controllate quindi la durata della riproduzione dei video: è il fattore che più vi interessa. Inoltre ogni batteria ha un valore espresso in milliamperora (mAh) che indica la capacità di carica elettrica. Considerate che un display da 5 pollici non dovrebbe avere una batteria inferiore ai 2500 mAh.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi