Come traslocare dall’Italia agli USA

Sono passati molti decenni da quando in una celebre canzone si diceva “dammi cento lire che in America voglio andar” e decine di migliaia di italiani lasciavano i loro paesi per andare a cercar fortuna oltre oceano.  Forse spinti dalla miseria, forse dal sogno di una vita di ricchezza, i nostro bis e trisnonni sono partiti con una valigia di cartone in mano, nulla di più. Non c’erano cellulari, non esisteva internet e settimane di navigazione attendevano i migranti, con un biglietto di sola andata e la consapevolezza di non poter tornare indietro. Oggi tutto è più facile, in poche ore arrivi in America con i voli regolari e recentemente anche i voli Low Cost facilitano ancora maggiormente gli spostamenti.

Gli italiani, però, si sono fatti più pigri sotto l’aspetto del trasferimento altrove e anche quando si cambia casa si tende a restare nella stessa città al contrario di quanto avviene in altri Paesi europei: in Francia, ad esempio, il trasferimento verso altre città rappresenta il 63% di tutti i traslochi realizzati. Peggio ancora per quanto riguarda i traslochi internazionali che in Italia rappresentano solo il 3% di quelli realizzati in Germania. E’ evidente che gli italiani non amano traslocare come dimostra anche questo articolo de “La Repubblica” che riporta i dati di una ricerca al riguardo.

Come traslocare negli USA

Tra tutte le destinazioni relative a traslochi internazionali, quelli negli USA sono i maggiori in termini numerici. Si tratta di traslochi di una certa complessità, non basta caricare tutto su un camion e partire, sebbene anche un trasloco in altri Paesi comunitari richiedano particolare competenza anche sulla burocrazia, dato che per ciascun Paese esistono norme specifiche da rispettare che devono essere conosciute per non incappare in problemi: un trasloco negli USA  comporta il rispetto di parecchie normative doganali e di spedizione che solo professionisti seri ed esperti possono conoscere ed affrontare correttamente. Quindi se vuoi trasferirti a New York o in qualche altra città degli USA devi prima di tutto rivolgerti a organizzazioni competenti. Come traslocare dall’Italia agli USA, quindi?

Prima di decidere qualunque cosa ti conviene informarti bene, avere un’idea precisa di come realizzare il tuo trasloco e molte notizie utili le troverai su diversi blog come Specialisti Traslochi. I controlli Doganali negli USA sono molto più rigidi di quanto non lo siano in Europa, ad esempio, quindi anche questo aspetto deve essere affrontato con cura e competenza

Quali obblighi e restrizioni?

In un trasloco negli USA occorre, ad esempio compilare una “Packing List”, una lista dettagliata di tutto ciò che desideri trasferire, lista che sarà accuratamente analizzata da funzionari USA perché molte merci non possono essere trasportate. Solo chi ha notevole competenza sa ciò che è possibile e quello che no, dandoti preventivamente indicazioni precise per evitare problemi e difficoltà impreviste e garantendoti il miglior risultato possibile. Accertati, quindi, che l’organizzazione cui ti vuoi affidare per il tuo trasloco negli USA sia bene in grado di affrontare non solo l’imballaggio ed il trasporto dei tuoi beni ma anche tutte le pratiche burocratiche e doganali legate a questo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi