Cinque consigli per sopravvivere al trasloco

Quando decidi di traslocare tutti ti ripeteranno che sarà stressante e difficile mantenere la serenità. Grazie a questi cinque suggerimenti degli esperti il tuo trasferimento, però, potrà diventare più semplice ed efficiente.

La pianificazione come chiave del trasloco

Un trasloco bene organizzato parte da una attenta pianificazione. Cercando informazioni sul web, troverai scritto che è necessario iniziare due mesi prima, ma in realtà dipende dalla tipologia e dalla quantità di oggetti e beni personali che devi spostare.

Inizia decidendo se preferisci affidarti ad una ditta di traslochi professionista o gestire tutte le operazioni da solo, magari con l’aiuto di qualche amico o parente.

Analizza la situazione che devi affrontare: si tratta solamente di qualche scatolone oppure devi spostare l’arredamento di un intero appartamento?

Nel primo caso puoi anche optare per il fai da te, ma altrimenti affidati all’esperienza dei professionisti del settore.

Considera anche la distanza tra la nuova e la vecchia casa: ti sposti all’interno dello stesso quartiere, oppure vuoi cambi città, paese o addirittura continente? Più aumenta lontananza, più diventa difficile sovrintendere tutte le operazioni.

Fatti fare un preventivo per il trasloco da parte di una ditta professionista e valuta quale alternativa ti conviene di più.

Una tabella di marcia chiara ma flessibile

Definisci una sorta di “tabella di marcia”, che rimanga comunque flessibile, per organizzare tutte le operazioni, coinvolgendo tutta la famiglia. La strategia vincente è quella di procedere stanza per stanza, iniziando da tutto quello che non ti serve al momento. Cerca di riporre tutte le scatole in un solo spazio, l’ideale sarebbe una soffitta oppure una stanza che non utilizzi molto.

L’inventario, anche se spesso sembra un passaggio inutile, è in realtà fondamentale perché ti permette di sapere dove si trovano i tuoi oggetti e soprattutto in che stanza dovranno essere collocati. A questo proposito puoi ideare un sistema che sia comodo e comprensibile per te, magari abbinando ad ogni stanza un colore. È anche importante indicare in maniera sintetica sulle scatole che cosa contengono e se all’interno ci sono oggetti fragili o delicati.

Una valigia con il necessario per i primi giorni

Una volta nella nuova casa troverai confusione e probabilmente la maggior parte dei tuoi averi si troverà ancora negli scatoloni.

Per evitare di perdere tempo ad aprirli e cercare quello che ti serve, prepara anche una valigia con l’essenziale per i primi giorni.

Assicurati di avere a portata di mano lenzuola, un pigiama e un cambio, oltre al necessario per lavarti ed eventualmente dare una prima pulita.

Non mettere nelle scatole documenti importanti e gioielli o oggetti di valore. Organizzati in modo che rimangano in un posto sicuro per tutta la durata del trasloco. Puoi decidere di metterli in valigia, depositarli in banca o affidarli ad una persona di cui ti fidi.

Per le prime sere, puoi anche non cucinare e concediti una cena fuori o un take-away per far contenta anche la tua famiglia.

Ricorda, infine, che mantenere un atteggiamento positivo e sereno è la chiave per rendere un trasloco un successo. Focalizzati sulle motivazioni che ti hanno spinto a spostarti e i vantaggi che trarrai da questo cambiamento. Se ne hai la possibilità concediti un premio finale, come una piccola gita fuoriporta per esplorare i dintorni o un elemento di arredamento particolare per la nuova casa.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi