Conto deposito: scopriamo come funziona e quando sceglierlo

Il conto deposito o conto di liquidità è un conto corrente bancario dalle funzionalità limitate e rappresenta, in Italia, uno tra gli strumenti finanziari più diffusi, a fronte di una minima spesa. Il suo utilizzo, infatti, è finalizzato all’investimento, poiché frutta degli interessi sulla somma depositata che variano a seconda della banca.

Per aprirne uno è obbligatorio avere un conto corrente tradizionale al quale collegarlo ( aperto nella stessa banca o in un’altra). Poiché per i conti deposito non è possibile prelevare un importo maggiore rispetto alla cifra disponibile sul conto stesso, non c’è bisogno di alcuna garanzia per la loro apertura. Ne esistono due versioni: quella non vincolata ( o libera ) e quella vincolata. Per quanto riguarda quest’ultima, i soldi sono bloccati per un periodo che va dai 3 ai 60 mesi, quindi non è possibile prelevarli. Ovviamente, al vincolo corrisponde un vantaggio per il cliente: la banca offre tassi di rendimento migliori.

Vista la rendita buona e libera da rischi, il conto deposito è l’ideale per chi ha deciso di mettere da parte i propri risparmi in modo sicuro e allo stesso vuole tempo assicurarsi che questi fruttino un tasso di interesse a suo favore. Per avere maggiori informazioni e trovare il conto deposito più adatto è possibile consultare le guide e i comparatori presenti sul web, ad esempio la sezione dedicata sul sito Qualeconviene.it.

Come aprire un conto deposito e a che cosa fare attenzione

Innanzitutto, come detto, per avere un conto deposito c’è bisogno di un conto corrente tradizionale al quale appoggiarsi. Dal secondo è possibile effettuare i trasferimenti sul primo e, viceversa, dal conto deposito si possono fare prelievi da versare sul conto corrente. Il tutto, semplicemente mediante bonifici bancari. Un altro vantaggio del conto di liquidità è che, differenza del conto corrente, non presenta rischi per quanto riguarda gli investimenti. Inoltre, aprire un conto deposito è facile e veloce, tanto che adesso è possibile farlo anche online. In questo caso, oltre ad avere gli stessi vantaggi, sicurezze e guadagni di quello tradizionale aperto di persona in una filiale, viene semplificata e resa più rapida la gestione del denaro.

Nella scelta del conto deposito migliore, in ogni caso, è bene tenere conto dei rendimenti che offre, dei costi per l’apertura e della durata minima dell’eventuale vincolo. Inoltre, è caldamente consigliato studiare bene le condizioni del contratto prima di procedere, per capire quali sono le peculiarità del conto, ad esempio il tasso di interesse. Tutti i conti di liquidità, infatti, producono degli interessi che andranno a finire direttamente sul conto con cadenza trimestrale, semestrale o annuale e il loro ammontare dipende appunto dal tasso stabilito nel contratto.

Conto deposito per minori

Esiste anche una tipologia di conto deposito appositamente creata per i minorenni. In questo caso, è il genitore o chi ne fa le veci ad aprirlo e depositarvi i soldi in modo che il minore possa usufruire della somma ( cresciuta poi con gli interessi ). Si tratta di un modo per dare ai più giovani una solida base dalla quale partire per il futuro.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi