Idea di design italiana presentata in Messico: una casa sull’albero trasparente

Si chiama Chantli Kuaulakoyokan una nuova, avveniristica realizzazione che vanta una firma tutta italiana, ovvero quella dell’architetto Gerardo Broissin.

Chantli Kuaulakoyokan è una casa sull’albero, ma è un qualcosa di profondamente diverso rispetto alla classica casetta in legno che si incastona tra i rami: l’architetto italiano ha infatti previsto per questa sua creazione una struttura in vetro interamente trasparente.

Broissin ha ideato questa casa sull’albero decisamente “sui generis” in occasione della Settimana del Design di Città del Messico; è proprio nella nazione messicana, infatti, che si trova questa casa così particolare.

Il nome di questa casa, sicuramente poco agevole da pronunciare per un italiano, significa “casa in cima all’albero” in nahuatl, antica lingua azteca.

L’estetica di questa casa completamente trasparente

Il colpo d’occhio offerto da questa realizzazione è affascinante e unico nel suo genere: il minimalismo estremo del vetro e delle trasparenze, infatti, si insinua tra la natura in modo estremamente discreto, dando vita a un contesto esotico, riposante e lussuoso.

Nelle foto della casa Chantli Kuaulakoyokan che hanno circolato in rete si sono potute apprezzare tutte le caratteristiche di questa abitazione, e hanno affascinato non poco le bellissime scale in vetro tramite le quali è possibile accedervi: rispetto alla classica scala “spartana” della tipica casetta in legno su un albero, questa scala così accattivante e geometricamente perfetta è davvero tutt’altra cosa.

Il fascino della casa ideata da Gerardo Broissin è evidente già a primo acchito, ma c’è da scommettere che il colpo d’occhio più accattivante è quello di cui si può godere nel mentre si è al suo interno: la totale trasparenza di ogni elemento, infatti, dona l’impressione di essere letteralmente sospesi tra gli alberi ed il verde.

Il significato simbolico della realizzazione

Questa realizzazione che ha destato non poca curiosità nella “design week” messicana, oltre ad avere un’architettura così particolare e coinvolgente, ha anche un significato simbolico che è stato messo in evidenza dallo stesso progettista.

La sostituzione del legno, materiale “caldo” per eccellenza, con il vetro, materia prima “fredda” e trasparenze, vuol simboleggiare anzitutto il passaggio dall’infanzia all’età adulta.

Allo stesso tempo Gerardo Broissin ha tratto ispirazione, in questa sua creazione, dallo spettacolo teatrale Privacidad di Diego Luna.

Tale spettacolo critica la totale assenza di privacy che contraddistingue i giorni odierni e che è correlata alla rete, in particolar modo all’utilizzo sempre più massiccio, non di rado improprio ed esagerato, dei Social Network.

Una casa completamente trasparente come questa riesce in effetti ad essere una perfetta icona di questo concetto, un’abitazione in cui dall’esterno è possibile percepire ogni più piccolo dettaglio presente all’interno, in barba a qualsiasi riservatezza.

Proprio questo è, d’altronde, quello che accade laddove si utilizzino i Social Network in un determinato modo: il desiderio di apparire e di informare costantemente i propri contatti sulla propria vita, su ciò che si sta facendo e sui propri pensieri rende completamente “nudi”, dunque anche più vulnerabili.

Un’idea stilisticamente stimolante che avvicina alla natura

Per gli appassionati di design questa realizzazione italiana può sicuramente rivelarsi interessante, e si rivela peraltro in linea con quell’idea di purezza e di minimalismo che si sta perseguendo sempre più spesso nel mondo dell’Interior Design.

Ovviamente la casa Chantli Kuaulakoyokan è anche un inno alla natura, e ammirarla può senz’altro far venir voglia di costruire qualcosa di vagamente simile nel proprio giardino.

Ben pochi potrebbero permettersi una casa in vetro sull’albero del proprio giardino, questo è evidente, ma magari questa creazione può invogliare a realizzare una semplice, classica casetta in legno.

BricoPortale, noto sito web dedicato alle costruzioni “fai da te”, fornisce degli approfondimenti molto interessanti su come costruire una casa sull’albero.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi