Risparmio energetico e benessere abitativo: l’isolamento delle intercapedini

Mantenere la temperatura ideale nel nostro appartamento, sia in inverno che in estate, risulta essere un’ipotesi irrealizzabile senza l’ausilio dei sistemi di riscaldamento e condizionamento?

Se consideriamo la validità delle moderne metodologie di isolamento termico, possiamo avere un quadro generale ottimistico.

Oggi un intervento di coibentazione termica ben effettuato permette di mantenere la temperatura interna ad un livello gradevole in ogni momento della giornata. Questo è possibile grazie all’abbattimento delle dispersioni termicche all’interno di un’abitazione.

Dispersioni termiche e moti convettivi

I moti convettivi sono dei movimenti di aria che si generano nelle intercapedini vuote al di sopra dei 3 cm di spessore. Il movimento dell’aria determina dispersione termica in quanto porta verso l’esterno il calore prodotto internamente alla casa e al contrario il fresco presente durante l’estate. Conseguenza spiacevole di questo fenomeno: climatizziamo un ambiente che fa aria da tutte le parti!

Le intercapedini venivano realizzate 30-40 anni fa con l’idea che fungessero da barriera termica.

Si è dimostrato poi che tutto questo non è vero e che al contrario costituisce un veicolo di dispersione quindi di sprechi energetici!

Come si può garantire la diminuzione della dispersione termica

Il settore dell’isolamento termico propone numerose valide soluzioni; se vogliamo concentrarci sul singolo caso dell’intercapedine, qualora fosse presente nella nostra abitazione, si può consigliare un intervento di insufflaggio, che comporta l’inserimento, tramite un’apposita tubazione, di schiume ad alta efficacia termica e riempitiva, che hanno infatti la capacità di arrivare fino agli anfratti più piccoli delle pareti interne, colmando l’intera area vuota presente nell’intercapedine (non sempre è un intervento possibile, ecco le modalità di isolamento corrette).

Un altro aspetto positivo, che spesso non viene considerato, è la riduzione dei fenomeni di condensazione superficiale, che portano alla formazione di muffe.

Tra i prodotti che vengono utilizzati sul mercato segnaliamo ISOFOR, da molti considerato come miglior isolante termico in circolazione, realizzato con resina ureica e conforme alle normative europee. Si tratta di un prodotto che non sporca, non lascia residui e solidifica in poche ore, dando già nel brevissimo periodo dei risultati importanti in termine di coibentazione termica.

L’insufflaggio di ISOFOR, e più in generale delle schiume isolanti , si realizza in condizioni particolarmente vantaggiose e permette ai residenti di non abbandonare la propria abitazione nemmeno per un breve periodo di tempo.

E’ sufficiente preparare la stanza al cui interno è presente l’intercapedine e liberare le pareti, al resto penserà un team specializzato che lascerà all’esterno della casa la macchina insufflatrice, portando all’interno solo il tubo utilizzato per l’insufflaggio della schiuma.

La parete interessata verrà in seguito forata seguendo uno schema ben preciso (con una rete di fori equidistanti tra loro e dello stesso diametro), fino al completo riempimento dell’intercapedine. In seguito i fori verranno richiusi con un intervento di rasatura e si ripulirà la stanza; nel frattempo in poche ore la schiuma comincerà a solidificare, ottenendo così dei risultati ottimali in termini di isolamento termico. Si tratta, quindi, di un procedimento sicuro e di veloce realizzazione, sarà sufficiente l’uso di una singola giornata lavorativa! Nessun permesso necessita per fare questo lavoro!

Quali sono i vantaggi di una minor dispersione termica in casa

  • Il più evidente risulta essere il sensibile miglioramento del benessere abitativo; una casa che riesce a mantenere una temperatura gradevole durante tutto l’anno, viene vissuta in modo totalmente differente rispetto a chi è costretto a vivere notti insonni per il caldo e l’umidità, o a battere i denti per il freddo.
  • Il minor ricorso ai sistemi di riscaldamento e di condizionamento, permette una sensibile riduzione delle spese per questa componente; il risparmio è tale che può permettere di ammortizzare il costo sopportato per la realizzazione del piano di isolamento termico in pochissimi Questo serve a far capire come non ci si deve spaventare se è necessario investire per un intervento di questo tipo, in quanto i vantaggi nel medio lungo termine saranno sufficienti a ripagarci della spesa.
  • I minori consumi energetici comportano anche un aiuto per l’ambiente da non sottovalutare, con una sensibile riduzione del nostro livello di inquinamento domestico! Non dimentichiamoci, inoltre, che abitare in una casa autosufficiente dal punto di vista termico, permette di aumentare il valore di mercato dell’appartamento, rendendolo maggiormente appetibile nell’ottica di una possibile futura vendita.
  • Sono possibili anche delle detrazioni fiscali per chi realizza questo tipo di interventi, ossia il 65% sulla spesa totale. Rientrano in questa tipologia di interventi anche gli inserimenti di cappotti termici sulle pareti esterne e gli isolamenti del tetto o del solaio.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi