Perché rendere più ecologica la propria casa?

Negli ultimi anni una delle esigenze più sentite è quella ambientale. Si tratta di una vera e propria presa di coscienza della necessità di prenderci cura del pianeta in cui viviamo e di preservarlo per le future generazioni.

Questo ha portato numerosi benefici anche alla qualità degli immobili, con la costruzione di edifici sostenibili ed ecologici. Non si tratta di una tendenza passeggera, molto forte all’inizio e costretta a spegnersi lentamente, perché le richieste di edificazione seguendo principi ecologici è aumentata.

Paradossalmente non è una novità, ma un ritorno al passato, quando gli edifici erano progettati per essere ben isolati, efficienti dal punto di vista energetico e integrati nel territorio. La maggior parte delle case bio si basa su una struttura prefabbricata, con un risultato più valido e funzionale rispetto a quelle tradizionale.

Case ecologiche: una definizione

Si parla di casa ecologica per indicare un’abitazione intelligente che consente di offrire un alto livello di comfort riducendo  al minimo l’impatto sull’ambiente.

Si tratta di un modo diverso di costruire, la bioedilizia, con un’idea di base di ritorno alle origini e un utilizzo intelligente della tecnologia per sfruttare materiali completamente naturali come sabbia, pietra, legno e acqua. In questo modo, la vita dei futuri inquilini risulta più compatibile con l’ambiente, soprattutto se si mantengono abitudini in grado di garantire un risparmio delle risorse e dell’energia.

Una casa deve essere eco compatibile durante tutto il suo ciclo di vita, dalla costruzione fino alla demolizione. Un esempio di questo tipo è la casa passiva, perché grazie alla giusta gestione energetica di riscaldamento – raffrescamento e di gestione dell’acqua calda sanitaria permette di consumare meno.

Quali sono i vantaggi di una casa eco sostenibile?

Optare per una soluzione di questo tipo offre vantaggi molteplici, a partire dall’aumento del valore di mercato della casa, in relazione ad un miglioramento della classe energetica di appartenenza. Si ottiene anche un migliore comfort, in particolare un miglior isolamento termico rispetto alle abitazioni in cemento e muratura, con una manutenzione minima.

L’installazione di impianti fotovoltaici, termodinamici e pompe di calore permette, inoltre, di produrre energia in maniera del tutto green e ridurre le emissioni di CO₂ .

 Interventi per rendere la tua casa più ecologica

Oltre agli accorgimenti che conosciamo tutti, come spegnere le luci quando non sono necessarie o non sprecare l’acqua corrente, ci sono anche piccole modifiche da poter attuare senza fare un grosso investimento, che possono aiutare.

Tra queste, è importante anche puntare su elettrodomestici ecologici, a basso consumo energetico o sostituire il soffione della doccia con uno dal flusso regolabile o basso.

Anche avere dei buoni infissi è fondamentale, perché se non si chiudono bene o non isolano la casa in maniera adeguata si ha una dispersione del calore dei termosifoni.

Se possedete un giardino, il compostaggio è un’ottima soluzione a km 0 per ricavare un composto ricco di nutrienti per le piante a partire dagli scarti alimentari organici.

Infine, scegliete anche un arredamento che rispetti la natura, a partire dai materiali ecologici e senza additivi chimici (colle, plastiche, vernici tossiche) e prodotti localmente, magari da artigiani. In questo modo potrete anche dare una mano all’economia locale, riducendo i costi di trasporto e le relative emissioni di anidride carbonica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi