Perché scegliere la stampa di carta intestata

La carta intestata rappresenta un prodotto indispensabile per le aziende che intendono rafforzare e migliorare la propria identità: così come i biglietti da visita, essa svolge un ruolo fondamentale nella creazione di un’immagine coordinata. Che venga richiesta da una piccola impresa, da una grande multinazionale, da uno studio professionale o da qualsiasi altra realtà, la stampa di carta intestata deve essere progettata e realizzata con la massima cura, per poter assicurare un risultato efficace, apprezzabile e destinato a durare a lungo nel tempo. Ma quali sono i principi e gli accorgimenti che devono essere rispettati in proposito? Prima di tutto su ogni foglio vanno riportate tutte le informazioni più rilevanti in relazione al mittente e al destinatario. Non è un caso che si parli di carta intestata, dal momento che l’intestazione, in cima al foglio, dovrebbe includere il design identificativo o il logo del professionista o dell’azienda che la diffonde. Il resto del foglio, invece, è vuoto, disponibile per il messaggio che si intende comunicare. Già, ma che cosa si può comunicare attraverso la carta intestata? In teoria non ci sono limiti da questo punto di vista: vi si può ricorrere, per esempio, solo per la spedizione di fax o per l’invio di fatture, ma anche per presentarsi a potenziali clienti con cui si desidera entrare in contatto o per mantenere i rapporti con i fornitori.

Le caratteristiche della stampa di carta intestata

Nel momento in cui si procede alla stampa di carta intestata, occorre fare attenzione affinché risulti leggibile e chiara in tutte le sue parti, a maggior ragione nel caso in cui essa sia destinata a essere trasmessa con il fax, che – come noto – spesso presenta problemi in questo senso. Sul piano formale, la carta deve risultare il più possibile professionale, indicando, di fianco o al di sotto del logo, il nome dell’azienda, l’URL del suo sito Internet, un indirizzo di posta elettronica di recapito, il numero della partita Iva, un numero di telefono, un numero di fax, l’indirizzo della sede commerciale e l’indirizzo della sede legale. La carta intestata merita di essere considerata un supporto per le comunicazioni istituzionali e obbligatorie ma, al tempo stesso, anche uno strumento promozionale. A livello stilistico, è molto importante che i contenuti siano distribuiti in modo armonico sul foglio, dando vita a un equilibrio gradevole esteticamente, e che – come già accennato – lascino spazio libero a sufficienza per il testo che deve essere scritto. La grafica non dovrebbe essere diversa da quella dei biglietti da visita e delle buste, mentre il ricorso ai colori deve essere limitato, e comunque improntato alla sobrietà. Decisamente importante è la scelta del tipo di carta e della grammatura, mentre per ciò che concerne la grandezza dei caratteri essa non deve essere inferiore ai 10 punti, per assicurare la migliore leggibilità. La soluzione più efficace e al tempo stesso conveniente sotto il profilo economico è rappresentata, probabilmente, dalla carta usomano, ma è sempre valutare con cura le proprie esigenze e le proprie aspettative.