Superstizioni moderne

Il termine superstizione deriva dal latino superstitionem che deriva da “superstare” significante  di stare al di sopra e quindi di essere testimone (superstes) di qualche avvenimento passato che viene riconosciuto come veritiero. Le superstizioni resistono al tempo, in molti settori della vita, dalla salute, alla famiglia, al lavoro e infine ma non ultimo per importanza all’amore. La magia d’amore è legata a decine di atti superstiziosi che hanno derive diversicate; c’è chi mette un lucchetto in un ponte come sigillo d’amore e chi l’amore lo vuol far tornare con i legamenti d’amore, pratiche magiche che ancor oggi vengono richieste in caso di rottura di una relazione. Incredibile ma credibile direbbe Luttazzi, mentre da un punto di vista esterno possiamo invece capacitarci di tanta superstizione oggi.

Toccare ferro, gettare il sale dietro le spalle, evitare il gatto nero, indossare un indumento particolare o portarsi in tasca un portafortuna sono solo esempi di  superstizione che ritroviamo in qualsiasi cultura, nazione, etnia e scala sociale al mondo. Non è certo una novità che l’uomo cerchi di influenzare avvenimenti futuri per mezzo di un rito scaramantico, ne tanto meno la scaramanzia viene presa troppo alla leggera poichè la si infonde di un potere divino. Per alcuni queste pratiche sono ridicole e perfettamente inutili, ma allora se tant’è possiamo definire forse anche la religione inutile? No, poichè la si rispetta per educazione, non si trova inutile o ridicolo recarsi alla liturgia, nonostante sia una delle prime forme rituali post pagane, nè accendere una candela davanti ad un altare che si considera intimamente sacro ed inviolabile. Perchè quindi uno stesso metro e due misure? Probabilmente perchè l’affermazione della superstizione ha delle conseguenze tra i giovanissimi che non vengono attirati tanto dai percorsi spirituali quanto dallo spiritismo. Qui entrano in azione santoni, sciamani e saltimbanchi, spesso privi di una qualsiasi spiritualità e pronti a fare dell’argomento un interessante e remunerativo lavoro.
Non è una situazione allarmante perchè coesiste con la parte razionale delle persone, fintanto che sono sane ed equilibrate, e coesiste da molti anni. Le superstizioni non sono la rovina del mondo, spesso sono l’anticamera di un interesse più profondo per cio’ che è misterioso. Tutti noi abbiamo ascoltato qualche storia paurosa del mistero, o qualche leggenda popolare che si basa proprio sulla superstizione. Pensando alla quantità di luoghi misteriosi di cui è cosparsa la terra non possiamo certamente pensare che possa essere così negativo il credere in qualcosa. Cio’ che è importante è che ci mantenga sempre un occhio vigile rispetto a tali argomenti e che non si cada nella tentazione di cercare una risposta “paranormale” a tutto cio’ che viviamo, nella difficoltà della vita quotidiana, nei problemi d’amore, nella perdita di un lavoro, spesso è facile pensare a una forza misteriosa che ci vuole male, mentre spesso si rinuncia a guardarsi dentro e a comprendere l’origine reale delle nostre problematiche. Allora poco male se ci si trova a toccar ferro quando passa il carro funebre perchè è paragonabile a fare il segno della croce di fronte a un cimitero, così come non sarà un problema se si legge l’oroscopo ogni mattina cercando di credere solo nelle buone notizie, possiamo così dire che le superstizioni e le credenze sono un atto di fede che talvolta ci alleggerisce dalle fatiche giornaliere che accomunano un po’ tutta la gente del mondo.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi