Quanto valgono gli oggetti da traslocare e come assicurarli

Una delle preoccupazioni più comuni da parte di tutte le persone che si stanno accingendo a effettuare un trasloco è relativo al rischio che durante le operazioni di spostamento la ditta traslochi possa danneggiare una o più merci. Ebbene, se anche questo è il vostro timore, niente di meglio che agire in anticipo e cercare di capire come potersi tutelare, sottoscrivendo un’apposita assicurazione ad hoc. Ma come fare?

Il punto di partenza sarà legato a valutare il valore dei vostri beni domestici: dagli armadi ai quadri, passando per gli oggetti di elettronica, attribuite a ciascun prodotto da spostare un valore, stimando il c.d. costo di sostituzione, ovvero il prezzo che dovreste pagare per riparare i danni o acquistare un nuovo prodotto di materiale e qualità identici (o comunque comparabili). Una buona abitudine sarà anche data dalla necessità di scattare foto di tutti i pezzi da spostare, e in particolare gli oggetti di alto valore o dal valore sentimentale. Vi aiuterà a tenere traccia del vostro inventario e vi aiuterà se avete bisogno di fare un reclamo.

A questo punto, sotto mano dovreste avere un elenco con il numero di articoli, il peso totale e il valore totale. Tenete questo elenco a portata di mano quando vi confrontate con le ditte di trasloco: vi aiuterà a determinare se la società alla quale vi state appellando vi può fornire una copertura sufficiente.

Durante l’incontro con la potenziale società di trasloco alla quale affidare i vostri lavori, assicuratevi di controllare e determinare:

  • quale tipo e quale ampiezza di copertura di responsabilità fornisce per la perdita o per il danneggiamento della proprietà;
  • il contratto di trasloco con indicazione del valore stimato delle vostre proprietà;
  • il valore massimo dell’assicurazione del trasloco in caso di danni alla merce. Confrontatelo con il valore totale che avete valutato dalla vostra lista. È abbastanza? Tenete presente che l’importo indicato non è garantito e che, come molte altre cose, potrebbe essere soggetto a regolamenti governativi, tasse e leggi.

Domandate inoltre informazioni sulla procedura che la ditta di traslochi ha previsto per la presentazione di un reclamo. Cercate anche di scoprire se hanno reclami in sospeso.

Controllate altre opzioni di assicurazione

Fatto ciò, parlate con un assicuratore per poter comprendere in che modo coprire meglio i vostri beni durante il trasloco. La maggior parte delle polizze di assicurazione della casa copre circa il 10 per cento del valore della vostra proprietà personale, comprendendo la copertura per rotture e furti in transito. Ricordate anche di controllare la franchigia e tenetene conto al momento di determinare la copertura.

Chiedete infine al vostro agente assicuratore la possibilità di acquistare una specifica assicurazione “merci in transito”. Per avere un preventivo puntuale sarà sufficiente portare all’assicuratore la vostra lista e domandare vari tipi di copertura, tra cui scegliere quello che può funzionare meglio per voi.

Nel compier tutte queste azioni, non abbiate fretta. Cercate di agire con qualche settimana di anticipo, arrivando pronti e più sereni (o quasi!) al giorno del trasloco!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi