Viaggiare migliora la salute

Il viaggio non soltanto allarga la mente, le dà forma. E’ una frase di Bruce Chatwin che si adatta benissimo a quanto hanno rilevato anche gli scienziati constatando che viaggiare fa bene al nostro benessere psico-fisico. Ci sono svariate ragioni per le quali quando viaggiamo miglioriamo la salute, il carattere e ci sentiamo più soddisfatti e in pace con il mondo dimenticando le noie di tutti i giorni, che sia un viaggio breve e vicino a casa o dall’altra parte del mondo. Vediamo quali sono.

Via lo stress e spazio alla creatività

Quando prepariamo un viaggio ci sentiamo elettrizzati e positivi perché stiamo per vivere un’esperienza totalmente diversa dalla vita quotidiana con le sue regole fisse e sempre uguali. Partire è un vero e proprio toccasana per lo spirito e per il corpo: si allentano le tensioni e sparisce lo stress, se ne vanno regole e orari e il relax è la prima cosa che avvertiamo subito. Studi importanti hanno evidenziato che il contatto con la natura è davvero salutare per il nostro benessere psico-fisico perché ci fa entrare in uno spazio più lento e meno caotico grazie al quale al rientro ci sentiamo più appagati e riposati.

Dopo una vacanza siamo anche più creativi e più pronti a nuove soluzioni e possibilità nella gestione dei problemi di ogni giorno. Questo perché il nostro cervello è un muscolo che va allenato sempre: se usciamo dal solito ambiente saprà adattarsi a ciò che di nuovo si presenta, dai modi di vivere alla lingua del paese che visitiamo e questo tipo di stimolo è altamente utile per allargare la visuale del mondo e vedere le cose da una prospettiva diversa.

Viaggiare è felicità pura

Cosa regala la felicità? Non certo i soldi e tutti i beni materiali che acquistati e accumulati danno un senso di potere ma non di gioia. Il benessere psico-fisico, come dimostrato anche dalla scienza, non dipende dalla ricchezza anzi è il contrario: meno soldi spendiamo per acquistare beni materiali a favore invece di esperienze di vita migliora la salute e regala pura felicità. Viaggiare è un bagaglio enorme che ci portiamo dentro ogni volta che riaffiora il ricordo di un posto, di una nuova conoscenza e perdura nel tempo tanto da donarci la sensazione di felicità intensa e portarci a pensare già al prossimo viaggio.

Migliora la nostra capacità organizzativa

Il bello del viaggio non è soltanto la metà ma il viaggio in sé e tutto quello che lo precede. E’ infatti vero che quando stiamo per organizzare un viaggio ci sentiamo euforici e iniziamo a pianificarlo: date, luoghi, trasporti ci accompagnano già verso il momento della partenza rendendoci sicuri della nostra capacità organizzativa. Pensare ai nostri giorni in viaggio è un progetto personale nel quale riponiamo il massimo di noi stessi e cerchiamo di organizzarlo al meglio.

Il viaggio è conoscenza e cultura

Quando siamo a casa, nel posto dove viviamo sempre ci sentiamo sicuri e protetti, quando siamo in viaggio ci sentiamo interessati a scoprire ambienti e posti che non conosciamo proprio perché tanta è la sete di conoscenza. Ognuno di noi ama viaggiare a suo modo, persone più dinamiche e avventurose si sentiranno bene in posti molti diversi dal contesto casalingo abituale mentre altri sceglieranno vacanze “sicure” e rilassanti ma in ogni caso viaggiare è un’esperienza unica e sempre nuova. Al ritorno ognuno di noi ha con sé qualcosa in più, in termini di conoscenza ed esperienze e questo è il grande regalo del viaggiare.

Viaggiare è un grande incubatore di cultura che assorbiamo e portiamo con noi al ritorno. Alle nostre conoscenze abituali e a quelle che abbiamo immagazzinato nel corso della vita si aggiungono i ricordi di viaggio: si chiama memoria ambientale dei luoghi visitati e si aggiunge a quello che già conoscevamo prima. Questa è la vera ricchezza data dal viaggiare.

Viaggiare ci rende più sicuri e aumenta l’autostima

Al ritorno da un viaggio solitamente siamo portati a condividerne il ricordo attraverso foto, filmati e racconti con amici e familiari. Questo aspetto condiviso rende più forti le relazioni con gli altri e soddisfa appieno il nostro benessere mentale aumentando anche l’autostima.

Il bello del viaggio è l’esperienza che facciamo, un’attività che regala a corpo e mente pura gioia e qualcosa di molto simile alla felicità.

Articolo offerto da www.ilariagiannoni.it/.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi